Il 23 marzo, l’effetto Coinbase è tornato a influenzare i mercati dopo che l’exchange ha annunciato il listing di Ankr (ANKR), Curve DAO Token (CRV) e Storj (STORJ) su Coinbase Pro.

Un blog post pubblicato dal grande exchange di criptovalute statunitense ha rivelato che i trasferimenti in entrata per ANKR, CRV e STORJ sono disponibili dal 23 marzo, mentre il trading “inizierà alle 17:00 di giovedì 25 marzo, se le condizioni di liquidità vengono soddisfatte.”

Dopo le discussioni sulla capacità di un listing su Coinbase di influenzare in modo positivo i movimenti dei prezzi, l’annuncio di ieri si è tradotto in rally a due cifre per tutti e tre i progetti in una giornata prevalentemente rossa nel mercato.

ANKR/USDT
Il network di Ankr è una piattaforma di elaborazione distribuita basata su blockchain che mira a creare un modo semplice e accessibile per consentire agli sviluppatori di implementare diverse blockchain e sfruttare potenza di calcolo inattiva da dispositivi e datacenter.

Il prezzo di ANKR è in continuo aumento dall’inizio del mese scorso, guadagnando il 900% da un minimo di 0,011$ il 1° febbraio a un massimo record di 0,109$ in seguito alla notizia sul listing di Coinbase e a diversi annunci di partnership e aggiornamenti che hanno causato una crescita costante del volume di trading.

CRV/USDT
Curve Finance è un exchange decentralizzato e protocollo market maker automatizzato basato su Ethereum (ETH) alimentato dal token CRV. L’obiettivo principale dell’exchange è agevolare scambi tra stablecoin come USDC, DAI e altri token ERC-20 come WBTC e renBTC.

I possessori di CRV possono mettere in staking i propri token sul network e partecipare a voti di governance orientando lo sviluppo futuro della piattaforma, oltre a ricevere parte delle commissioni generate dal protocollo.

CRV ha beneficiato della crescita della finanza decentralizzata (DeFi) durante i primi due mesi del 2021, con un rialzo quasi del 600% dal minimo di 0,52$ l’11 gennaio a un massimo di 3,67$ il 6 febbraio.

STORJ/USDT
Storj (STORJ) è un token basato su Ethereum che alimenta una piattaforma di archiviazione su cloud che utilizza un network decentralizzato di nodi per conservare dati degli utenti in modo protetto grazie all’uso di crittografia avanzata.

Quando gli utenti caricano file su Tardigrade, frammenti di ciascuno vengono distribuiti attraverso il network globale di nodi indipendenti che archiviano i dati finché qualcuno richiede un file specifico, che viene ricomposto in modo sicuro e reso disponibile per il download.

Questo processo consente l’archiviazione sicura di file senza doversi fidare di un datacenter centralizzato come Amazon Web Services o Google Cloud. Gli utenti del network che contribuiscono risorse come spazio inutilizzato sul proprio disco rigido e banda larga a Tardigrade guadagnano token STORJ come ricompensa.

Grafico a 4 ore di STORJ/USDT. Fonte: TradingView
Dopo aver toccato un minimo di 0,445$ il 23 febbraio, giorno in cui il mercato crypto ha assistito a una brusca correzione, il prezzo di STORJ è aumentato del 311% fino a un massimo di 1,83$ il 23 marzo in seguito all’annuncio di Coinbase.

Anche se la crescita significativa nelle ultime 24 ore dei prezzi di ANKR, CRV e STORJ dimostrano che l’effetto Coinbase rimane una forte influenza nei mercati, un fattore positivo più importante per la price action dei token è stato la costante crescita e adozione dei progetti.

Dall’archiviazione su cloud alla potenza di calcolo e banda larga inutilizzata, passando per DEX e DeFi, i network decentralizzati sono sempre più rilevanti e fondamentali, e non sembrano intenzionati a rallentare tanto presto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here