Con l’attesissima IPO diretta di Coinbase prevista per il mese prossimo, sembra che i trader di opzioni stiano scommettendo che nelle prossime settimane Bitcoin tornerà a segnare nuovi massimi storici.

Il 24 marzo, i fondatori della società di analisi crypto Glassnode hanno twittato dati secondo cui i trader di opzioni su Deribit, exchange di derivati crypto peer-to-peer, stanno accumulando contratti con una scadenza fissata al 30 aprile e un prezzo di esercizio pari a 80.000$.

In totale, sono stati comprati contratti con questo strike per un valore nozionale di 4.000 BTC, almeno il 50% in più di tutti gli altri strike:

“Questo venerdì scadranno 6 miliardi di dollari in contratti di opzione. Le aspettative sul prezzo di #Bitcoin per aprile sono grandi, e molti investitori piazzano nuove scommesse sugli 80.000$.”

Se alla fine di aprile il prezzo sarà inferiore a 80.000$, i contratti scadranno senza valore, indicando una forte convinzione tra i trader di derivati che Bitcoin sia ancora lontano dal suo massimo.

Tuttavia, secondo l’aggregatore di dati sui derivati crypto Skew, le stime basate sui dati di mercato per il contratto suggeriscono una probabilità del 6,19% che i prezzi di BTC siano superiori a 80.000$ alla scadenza del 30 aprile.

Inoltre, un volume significativo ha coinvolto i contratti con un prezzo di esercizio a 120.000$, indicando che alcuni trader prevedono che nelle prossime cinque settimane il prezzo di Bitcoin raddoppierà. Stando alle stime di Skew, c’è una probabilità del 2,15% che Bitcoin raggiunga i 100.000$ entro la scadenza del 30 aprile.

Tuttavia, considerando il grande numero di posizioni su molteplici contratti con strike divergenti, alcuni dei trader che scommettono sugli 80.000$ o i 120.000$ potrebbero non aspettarsi che i prezzi arrivino a questi livelli.

I dati di Skew mostrano che i contratti per il 30 aprile sono attualmente terzi in termini di popolarità tra i trader di opzioni, con un open interest attualmente pari a un valore nozionale di 38.700 BTC.

I contratti per il 21 giugno sono al secondo posto con 42.300 BTC in open interest nozionale, mentre i contratti per il 26 marzo presentano un valore nozionale di 117.900 BTC, o 6 miliardi di dollari.

Nonostante l’arrivo nel settore delle opzioni su Bitcoin dell’exchange di derivati istituzionale Chicago Mercantile Exchange a gennaio 2020, Deribit continua a dominare il volume di trading delle opzioni.

Skew stima che il 91% dei contratti di opzione su BTC negoziati nelle ultime 24 ore stati scambiati su Deribit, seguito da Bit.com con il 5%, OKEx con il 2%, CME e LedgerX con circa l’1% ciascuno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here