La debolezza del dollaro statunitense offre una prospettiva rialzista a breve termine per Bitcoin

Il dollaro statunitense sta ancora una volta iniziando a indebolirsi, mentre i venditori spingono l’U.S. Dollar Index (DXY) al ribasso: uno sviluppo che potrebbe rafforzare lo slancio di Bitcoin (BTC) nel breve termine.

Gli asset alternativi come Bitcoin e l’oro sono quotati contro il dollaro. Quindi, quando il DXY inizia a scendere, spesso spinge BTC a tracciare un rally rispetto al dollaro.
La quota del dollaro nelle riserve globali sta calando rapidamente
Secondo Holger Zschaepitz, analista di mercato presso Welt, la quota delle riserve globali rappresentata dal dollaro statunitense sta diminuendo rapidamente, mentre paesi come la Russia mettono in atto una strategia di de-dollarizzazione e optano per l’oro.

Nel primo trimestre del 2020, con l’insorgere della pandemia, la domanda del dollaro è aumentata mentre gli investitori si rifugiavano nella valuta di riserva globale.

Tuttavia a causa di vari fattori, tra cui le elezioni presidenziali e la prospettiva negativa sul COVID-19 durante lo scorso anno, il dollaro ha fatto fatica a sovraperformare altre valute come lo yen giapponese e il franco svizzero.

Zschaepitz ha twittato:

“OPS! Dollaro in calo. Anche se la quota delle riserve globali rappresentata dal dollaro è aumentata all’inizio della pandemia, da allora è diminuita e ora equivale solo al 59%: una riduzione di 1,5 punti sul trimestre precedente e il livello più basso dal 1995. Parte del calo è dovuto alla svalutazione, ma anche alla vendita attiva di USD.”
Se il calo del dollaro statunitense prosegue, molto probabilmente Bitcoin continuerà il suo rally ad aprile. Storicamente, aprile è stato un mese notevole per Bitcoin, registrando performance positive per cinque anni consecutivi dal 2016.

“Aprile è un ottimo mese per #Bitcoin.”

Inoltre, Danny Scott, CEO del Bitcoin exchange CoinCorner, ha affermato che la legge delle probabilità colloca Bitcoin a 83.000$ nel mese di aprile:

“La legge delle probabilità indica un target a 83.000$ per il prezzo di #Bitcoin ad aprile. La media ad aprile negli ultimi 10 anni è del +51%.”
Sembra che i miner stiano accumulando Bitcoin
Oltre ai fattori macro favorevoli per Bitcoin, Lex Moskoviski, CIO di Moskoviski Capital, ha segnalato che di recente i miner hanno iniziato a incrementare le proprie riserve di BTC.

In un solo giorno i miner hanno accumulato 4.380 Bitcoin, in quello che il quantitative trader e investitore descrive come un trend crescente:

“I miner hanno iniziato a incrementare notevolmente le loro posizioni. Oggi hanno accumulato un totale di 4.494 #Bitcoin. Altri 4.380 #Bitcoin accumulati dai miner ieri. Sembra un trend, in effetti.”

Quando i miner vendono le proprie riserve, in genere Bitcoin assiste a un pullback poiché la pressione di vendita può causare liquidazioni a cascata nel mercato dei future dovute all’uso di eccessiva leva finanziaria.

Se i miner stanno accumulando Bitcoin con l’aspettativa che il prezzo della criptovaluta aumenti, riduce la probabilità di un forte sell-off nel futuro prossimo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here