Secondo un nuovo sondaggio di Gemini, il numero di investitori statunitensi in criptovalute è destinato a raddoppiare nel 2021

Un nuovo sondaggio svela che quasi due terzi degli adulti negli Stati Uniti sono interessati a saperne di più sulle criptovalute come Bitcoin (BTC), oppure a possederne a breve.

Gemini, la piattaforma di trading crypto di Tyler e Cameron Winklevoss, ha pubblicato un nuovo State of U.S. Crypto Report, offrendo approfondimenti sui trend dei consumatori nel mercato crypto statunitense. I dati sono stati raccolti da un sondaggio nazionale che ha coinvolto 3.000 adulti residenti negli USA con età comprese tra 18 e 65 anni e un reddito familiare di 40.000$ o più.

Lo studio suggerisce una significativa espansione e diversificazione degli investitori in crypto statunitensi nel corso del 2021. Fino al 63% dei partecipanti si è definito curioso riguardo le crypto, ovvero non possiedono attualmente criptovalute ma vorrebbero saperne di più.

In base ai risultati del sondaggio, Gemini stima che quasi il 14% della popolazione statunitense, pari a 21,2 milioni di adulti, possiede criptovalute. Tale numero potrebbe raddoppiare quest’anno, in quanto circa il 13% dei partecipanti ha indicato di avere piani per acquistare crypto nel 2021. “Questa percentuale ammonta a circa 19,3 milioni di adulti, un aumento che raddoppierebbe quasi il numero di investitori in crypto,” fa notare il report.

Inoltre il sondaggio ha identificato la potenziale crescita delle investitrici in crypto, che attualmente rappresentano solo il 26% dei possessori di asset digitali. Secondo il sondaggio, più donne che uomini hanno indicato una volontà di entrare nel settore a breve, pari al 53% dei partecipanti interessati a investire in crypto.

“Questa nuova ricerca segnala un importante e benvenuta diversificazione della base di investitori nelle crypto. Un insieme più ampio di partecipanti stabilisce un’evoluzione del mercato positiva a lungo termine,” ha commentato Noah Perlman, chief operation officer di Gemini. Per aiutare a rimuovere le barriere all’ingresso, la compagnia continuerà a fornire educazione sulle crypto, oltre a dare la priorità a sicurezza e regolamentazione intelligente, ha aggiunto.

Altri report pubblicati negli ultimi mesi hanno evidenziato trend promettenti per l’adozione delle criptovalute negli USA. Una ricerca pubblicata a marzo da Mizuho Securities ha stimato che il 10% dei fondi di sussidio (circa 400 miliardi di dollari) distribuiti ai residenti statunitensi potrebbe essere usato per acquistare Bitcoin e azioni. Secondo un sondaggio di febbraio 2021 della piattaforma di ricerca sui consumatori Piplsay, il 25% degli americani possiede già crypto, e un altro 27% ha intenzione di investire nel corso dell’anno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here